Il 364° pellegrinaggio di Sant’Efisio in piena pandemia covid19 si fa in pick-up.
Poche persone presenti il 1° maggio per le cerimonie ufficiali della nomina dell’Alter Nos.
Il Sindaco di Cagliari, il terzo guardiano e l’Alter Nos scendono le scale del palazzo municipale e vanno a Messa nella Chiesetta Stampacina di Sant’Efisio.
Un 1° Maggio ben diverso da ciò che siamo abituati, silenzioso e con pochissimo personale, per lo più fotografi e giornalisti che hanno il compito di testimoniare questo straordinario Sant’Efisio 2020.

1° maggio 2020 Corte del palazzo Municipale di Cagliari, 364° sagra di Sant’Efisio

Sono circa le 9e15 del mattino e all’interno del palazzo Municipale di Cagliari si svolge la nomina dell’Alter Nos.

1° Maggio 2020 durante la cerimonia per la nomina dell’Alter Nos, Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio
1° Maggio 2020 Il terzo guardiano insieme a l’Alter Nos e il Sindaco Truzzu scendono le scale dopo la cerimonia. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
1° Maggio 2020 Il terzo guardiano insieme a l’Alter Nos e il Sindaco Truzzu, scatto di rito dopo la cerimonia.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
1° Maggio 2020 la piazzetta della chiesa di Sant’Efisio è praticamente vuota, all’interno si svolge la Santa Messa dopo la cerimonia dell’Alter Nos. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.

Una piazza dove riecheggia solo il silenzio straziante di un periodo storico difficile e angosciante per tutti.

Pula 2 Maggio 2020 le persone del posto passano nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista per un saluto veloce al Santo Martire. Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.

Il 2 maggio nel paese di Pula ci sarebbe dovuta essere una gran festa, migliaia di persone si sarebbero riversate nelle strade per assistere alla coloratissima sfilata degli abiti sardi e salutare il Santo Martire.

Pula 2 Maggio 2020 una signora con mascherina, indossa i guanti per poter salutare il Santo.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula 2 Maggio 2020 il simulacro del Santo Martire è posto al centro della navata principale della chiesa di San Giovanni Battista. Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.

Il paese addobbato a festa, ma non come se fosse il 2 maggio di ogni anno, l’essenziale, per sentirne l’atmosfera ma senza mancare di rispetto a nessuno, senza dimenticare il periodo storico che viviamo, senza dimenticare il motivo per cui, oggi, Pula è deserta.

Pula 2 Maggio 2020 arazzi, tappeti e bandierine per il Santo.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula 2 Maggio 2020 arazzi, tappeti e bandierine per il Santo.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.

Si può respirare l’aria di festa, l’aria che ogni 2 maggio si vive a Pula.
La Sardegna, Pula, Cagliari sembrano non voler fermarsi davanti all’ennesima sfida, saluteranno il Santo come ogni anno, anche se solo per poche ore, anche senza poterlo vedere da vicino, a modo loro, colorando le strade e le vie del paese.
La Sardegna si dimostra reminiscente, forte e determinata a superare questo brutto periodo.

3 Maggio, via Sant’Efisio, le forze dell’ordine si preparano per scortare il santo nel pellegrinaggio verso la chiesa di Nora. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
3 Maggio, via Sant’Efisio, le forze dell’ordine si preparano per scortare il santo nel pellegrinaggio verso la chiesa di Nora. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.

Sono le 8 del mattino quando i gruppi delle forze dell’ordine si schierano pronti per bonificare l’area.
Il simulacro del Martire dopo la Santa Messa sarà messo sopra il pick-up della croce rossa e partirà verso Pula nella Chiesetta di Nora dove venne martirizzato.

3 Maggio, via Sant’Efisio, gli abitanti del quartiere stampacino attendono il passaggio del simulacro dai loro balconi. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.

In pochi hanno avuto l’opportunità di vedere passare il simulacro, solo i fortunati che vivono a Cagliari tra Stampace e via Roma.

3 Maggio, via Sant’Efisio, gli abitanti del quartiere stampacino attendono il passaggio del simulacro dai loro balconi. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
3 Maggio, via Sant’Efisio, gli abitanti del quartiere stampacino preparano “sa grazia” e “sa ramadura” per il passaggio del Santo. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
3 Maggio, via Sant’Efisio, un abitante del quartiere ci mostra una vecchia fotografia datata 1932 scattata dalla stessa posizione. Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
3 Maggio, via Sant’Efisio, il simulacro del Martire parte per Pula scortato dalle forze dell’ordine.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.

Uno dei momenti più intensi della giornata. I soli rumori sono quelli dei motori delle motociclette della Polizia di Stato che scortano il Santo. Le persone lo guardano dai loro balconi. Struggente il passaggio davanti alla chiesa di Sant’Anna senza i caratteristici abiti tradizionali che sfilano e colorano la giornata.

3 Maggio, Stampace, gli abitanti del quartiere fanno “Sa Grazia” al Santo.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
3 Maggio, Largo Carlo Felice, il simulacro del Santo prosegue il pellegrinaggio verso Pula.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.

Normalmente il Santo impiegherebbe circa due ore per scendere da piazza Yenne a via Roma, i devoti lo fermano per donare lui, fiori o oggetti personali. Quest’anno una bandiera dei 4 mori in segno di speranza.

3 Maggio, via Roma, Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu saluta il simulacro.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula, 3 Maggio 2020, il Simulacro arriva a Nora.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula, 3 Maggio 2020, il Simulacro viene liberato dai militari e dai confratelli di Cagliari per l’ingresso nella chiesetta di Nora. Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.

L’arrivo del simulacro è stato silenzioso. Il dolore della popolazione si poteva percepire.

Pula, 3 Maggio 2020, il Simulacro viene sistemato per poterlo far uscire dalla sua teca.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula, 3 Maggio 2020, la Sindaca di Pula Carla Medau e il parrocco Don Marcello Loi danno il benvenuto al Santo.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula, 3 Maggio 2020, il Simulacro viene portato dentro la chiesa di Nora per la Santa Messa.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.
Pula, 3 Maggio 2020, i confratelli delle confraternite di Pula e Cagliari insieme al presidente del comitato Sant’Efisio di Pula Mario Argiolas, accompagnano il santo dentro la chiesa.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio.

Dopo la Santa messa celebrata dall’Arcivescovo di Cagliari Mons. Giuseppe Baturi e dal Parroco di Pula Don Marcello Loi il simulacro viene subito riportato nella teca per ripartire verso Cagliari.

3 Maggio 2020, dopo la Santa Messa il presidente del comitato Sant’Efisio di Pula, Mario Argiolas, accompagna il Santo verso la sua teca. Pula 364° Sagra di Sant’Efisio
3 Maggio 2020, il simulacro viene riposto nella sua teca per tornare verso Cagliari.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio
3 Maggio 2020, i militari della Croce Rossa ripongono il simulacro all’interno della teca.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio

Puntualissimo e senza intoppi il santo è pronto per il ritorno a Cagliari per lo scioglimento del voto.

3 Maggio 2020, i militari della Croce Rossa ripongono il simulacro all’interno della teca.
Pula 364° Sagra di Sant’Efisio
3 Maggio 2020, Via Sant’Efisio il parroco della chiesetta Stampacina si prepara per la celebrazione della Santa Messa.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio
3 Maggio 2020, il simulacro è arrivato nella chiesa di Sant’Efisio.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio

Puntualissimo, il simulacro torna nella sua Chiesa di Stampace, dove si scioglierà il voto. Ad attenderlo solo le autorità, i giornalisti e i pochi abitanti della via che si affacciano per un ultimo saluto fino all’anno prossimo.

3 Maggio 2020, gli abitanti del quartiere stampacino salutano silenti il Santo.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio
3 Maggio 2020, le autorità accolgono il Santo di rientro da Pula.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio
3 Maggio 2020, il Simulacro viene riportato all’interno della chiesa di Stampace e il voto si è sciolto.
Cagliari 364° Sagra di Sant’Efisio

Questo è il mio personalissimo reportage, per raccontare un avvenimento tanto straordinario quanto drammatico.
Sicuramente straziante, angosciante ma anche ricco di speranza.

× Come possiamo aiutarti?